Connect with us

Attualità

Sardegna | Nell’isola ci sono più occupati in piccole aziende che in quelle grandi

 ‣ adn24 sardegna | nell'isola ci sono più occupati in piccole aziende che in quelle grandi

Nel panorama economico della Sardegna, l’artigianato si distingue per la sua forza, superando le multinazionali sia italiane che straniere.

Secondo i dati più recenti dell’Istat, l’occupazione nel settore artigianale sardo conta ben 64.197 addetti, triplicando il numero di lavoratori impiegati nelle grandi corporazioni italiane (18.339) e straniere (18.339), che complessivamente registrano 40.430 dipendenti.

È quanto emerge dal dossier sulle “Key data della cultura artigiana”, elaborato dall’Ufficio Studi di Confartigianato Imprese Sardegna. Quest’analisi evidenzia una netta predominanza dell’occupazione artigiana sarda rispetto alle multinazionali, con un distacco percentuale del +190,6% rispetto alle corporazioni italiane.

Nella classifica nazionale sulla prevalenza del lavoro artigianale rispetto alle grandi aziende, la Sardegna si posiziona al secondo posto, preceduta solo dalla Calabria con un +230%.

Giacomo Meloni e Daniele Serra, presidente e segretario di Confartigianato Imprese Sardegna, attribuiscono questo predominio delle imprese artigiane a una combinazione di fattori strutturali, culturali e normativi. Le aziende artigiane, di dimensioni ridotte, si dimostrano più flessibili e adattabili alle mutevoli condizioni di mercato, rimanendo competitive anche in periodi economici incerti.

Le micro, piccole e medie imprese (MPMI) svolgono un ruolo chiave in settori cruciali per l’economia sarda, come la moda, il settore alimentare, i servizi turistici e quelli legati alla persona, nonché nel trasporto di merci e persone. La diffusa presenza di queste imprese si basa su una solida cultura imprenditoriale e una propensione al lavoro autonomo più elevata rispetto alla media europea.

Serra sottolinea che le piccole imprese compensano le mancate economie di scala attraverso reti di collaborazione, aumentando così la loro competitività. Queste sinergie favoriscono lo sviluppo delle MPMI, creando opportunità difficili da replicare per le multinazionali.

In conclusione, l’espansione dell’impresa artigiana nel Mezzogiorno contrasta con un modello di sviluppo datato, incentrato sulle grandi imprese integrate a livello globale.

Advertisement

LE PIU' LETTE

Riproduzione Riservata - Copyright © Gruppo ADN Italia srl - P.Iva 02265930798 - redazione@adn24.it