Connect with us

Attualità

Bolzano | Coldiretti, obbligo di origine in etichetta valga per tutti

 ‣ adn24 bolzano | coldiretti, obbligo di origine in etichetta valga per tutti


L’obbligatorietà dell’indicazione d’origine deve essere estesa a tutti gli Stati membri dell’Unione Europea, garantendo così ai consumatori una chiara e completa conoscenza di ciò che stanno acquistando, ovunque si trovino.

Allo stesso tempo, è fondamentale applicare il principio di reciprocità: le normative imposte alle imprese agricole italiane devono essere rispettate ogni volta che viene importato un prodotto straniero. In caso contrario, si verificherebbe una concorrenza sleale che danneggerebbe gravemente i nostri agricoltori, compromettendo il valore e il ruolo insostituibile della nostra biodiversità agroalimentare.

Questo è quanto afferma il presidente di Coldiretti, Ettore Prandini, in un’intervista all’ANSA, mentre al Brennero continua il presidio della confederazione agricola che ha già scoperto ingenti quantità di materie prime straniere pronte per essere trasformate in Italia.

Coldiretti evidenzia l’urgenza di un cambiamento di direzione, citando esempi concreti come l’arrivo di cosce di prosciutto dal centro Europa destinate al Friuli, 22.000 kg di cagliate tedesche dirette nel Beneventano, grano tenero straniero destinato alla provincia di Como o uva indiana diretta in Puglia.

Si tratta di una battaglia che Coldiretti combatte non solo a favore dell’Italia ma anche per gli altri Stati membri, poiché la raccolta firme da loro promossa ha un impatto che va oltre i confini nazionali, garantendo la tutela di tutti i cittadini consumatori. Le istituzioni europee non possono continuare a rimandare decisioni che favoriscono chi specula a discapito di coloro che desiderano trasparenza sui mercati.

Advertisement

LE PIU' LETTE

Riproduzione Riservata - Copyright © Gruppo ADN Italia srl - P.Iva 02265930798 - redazione@adn24.it