Connect with us

Cronaca

Cesano Boscone (MI) | Ucciso dal nipote a coltellate, la lite per una donna

 ‣ adn24 cesano boscone (mi) | ucciso dal nipote a coltellate, la lite per una donna

La tragedia della donna contesa, i fendenti in strada e la confessione scioccante davanti ai carabinieri hanno scosso Cesano Boscone, nel Milanese, nella notte tra lunedì e martedì. La vittima, un uomo di 41 anni di nome Roberto Parisi, è stato brutalmente ucciso con sette coltellate al collo, al torace e al braccio sinistro. Soccorso prontamente, è stato trasportato in ospedale, ma purtroppo è deceduto poco dopo il suo arrivo.

Il presunto assassino, suo nipote Antonio Iannetti, 29 anni, si è presentato alla caserma confessando il delitto, ed è stato immediatamente arrestato dai carabinieri della compagnia di Corsico con l’accusa di omicidio. L’aggressione è avvenuta in via don Luigi Sturzo, una strada isolata dietro le case popolari del quartiere Tessera.

Le indagini sono in corso per comprendere appieno quanto accaduto. Sembrerebbe che lo zio e il nipote abbiano avuto una discussione in strada, forse in auto, prima che il giovane si scagliasse contro il 41enne, trovato esanime vicino alla sua vettura. L’arma del delitto, un coltello a serramanico, è stata rinvenuta e sequestrata.

Entrambi, vittima e arrestato, sono originari della provincia di Foggia. Lo zio risiedeva a Sedriano ed era già stato coinvolto in precedenti per reati minori, mentre il nipote viveva a Buccinasco e aveva un passato legato a lesioni. Si ipotizza che la causa della lite fosse legata a una donna, oggetto di contesa tra i due parenti. Il 29enne ha dichiarato che lo zio aveva iniziato a convivere con la sua ex fidanzata da alcuni mesi, motivo che avrebbe scatenato la tragedia. Dopo il fermo, martedì mattina, il giovane è stato interrogato dalle autorità.

Riproduzione Riservata - Copyright © 2023 ADN24.it - Redazione@adn24.it - P.Iva 08951340960