Connect with us

Cronaca

Torino | Ucciso per un esorcismo: fermati lo zio, il fratello e l’ex compagna

 ‣ adn24 torino | ucciso per un esorcismo: fermati lo zio, il fratello e l'ex compagna

Tre individui di origine nordafricana sono stati fermati dai carabinieri, accusati di aver causato la morte di un parente attraverso un esorcismo islamico. L’intervento dei militari è avvenuto nella serata del 10 febbraio presso un’abitazione a Salassa (Torino), in seguito al decesso di un uomo di 43 anni per sospetta overdose.

Durante le indagini è emerso che l’uomo era stato sottoposto a due sedute di esorcismo islamico nel mese precedente, su richiesta dei suoi familiari (fratello, zio e ex coniuge), che lo ritenevano posseduto dai demoni. Tuttavia, le dichiarazioni iniziali dei sospettati sono state smentite dai risultati dell’autopsia, che hanno rivelato che la vittima è morta per soffocamento a causa dell’ingestione di un oggetto durante il rito.

Le indagini successive hanno evidenziato il coinvolgimento della ex coniuge, del fratello e dello zio della vittima. Quest’ultimo, considerato un punto di riferimento nella comunità islamica, avrebbe guidato i rituali, che in almeno un’occasione hanno causato lesioni gravi all’uomo, tanto da richiedere cure ospedaliere.

Il giorno del decesso, durante il rito di esorcismo nell’abitazione di Salassa, la situazione è degenerata portando alla morte dell’uomo, mentre gli indagati erano presenti.

Dopo la convalida del fermo, due degli indagati sono stati tradotti in carcere, mentre per la donna è stata applicata la misura degli arresti domiciliari.

Riproduzione Riservata - Copyright © 2023 ADN24.it - Redazione@adn24.it - P.Iva 08951340960