Connect with us

Attualità

Arriva lo Stop alla cannabis light: il governo propone modifiche alla legge

Il governo ha proposto un emendamento al disegno di legge sulla sicurezza attualmente in esame alla Camera, che potrebbe significare la fine della cannabis light. L’emendamento mira a modificare la legge che supporta la filiera della canapa a uso industriale, limitando la quantità di THC consentita allo 0,2%. Se l’emendamento verrà approvato, la coltivazione e la vendita dei fiori di cannabis light saranno vietate, ad eccezione di alcuni usi industriali. Questo significa che il commercio e la cessione di cannabis light saranno soggetti alle norme del Testo Unico sulle sostanze stupefacenti, equiparando la cannabis light alla cannabis tradizionale.

Attualità

Leonardo Urbano: 60 mila € vendendo oggetti trovati nella spazzatura

Leonardo Urbano, noto sui social come “The Trash Lawyer”, ha trasformato la sua passione per il riciclo in uno stile di vita unico e affascinante. A soli 30 anni, vive a Sydney e trascorre le sue giornate alla ricerca di tesori nascosti tra le montagne di oggetti abbandonati nelle strade della città. Ciò che per molti è solo spazzatura, per Leonardo diventa un’opportunità per riportare in vita oggetti dimenticati e dare loro una seconda possibilità.

La sua avventura quotidiana inizia dopo la colazione, quando si avventura per le strade di Sydney a bordo della sua bicicletta o in auto, a caccia di reperti sorprendenti. Mobili, computer, televisori e persino gioielli sono tra i tesori più comuni che ha recuperato durante le sue esplorazioni. In Australia, i comuni offrono servizi di raccolta gratuita dei rifiuti che spesso portano all’abbandono di oggetti ancora funzionanti, un vero tesoro per Leonardo.

Dopo aver selezionato con cura ciò che ritiene di valore, Leonardo vende i suoi ritrovamenti su piattaforme online come Facebook Marketplace. Il denaro guadagnato gli permette non solo di sostenersi, ma anche di decorare e arredare il suo appartamento senza spendere un centesimo. Il resto degli oggetti, invece, li dona gratuitamente, incoraggiando così altre persone a considerare il riciclo come un’opzione valida.

Tra i suoi successi più eclatanti, Leonardo ha trovato una borsa Fendi che è riuscito a vendere per 200 dollari, tra altri oggetti di lusso e migliaia di dollari in contanti. Ogni reperto passa per un rigoroso controllo di autenticità prima di essere venduto, dimostrando la sua attenzione al valore e alla qualità degli oggetti che salva dalla spazzatura.

“The Trash Lawyer” non è solo un soprannome, ma una dichiarazione di intenti: promuovere il diritto della spazzatura a una seconda vita e sensibilizzare sul potenziale di riciclo e riutilizzo degli oggetti. Con quattro anni di esperienza alle spalle, Leonardo ha dimostrato che il riciclo non è solo un modo per risparmiare, ma anche una filosofia di vita che può portare a sorprese inaspettate e significative.

In un mondo sempre più attento alla sostenibilità e al consumo responsabile, Leonardo Urbano si distingue come un esempio di come piccoli gesti possano fare la differenza, trasformando la spazzatura in tesori e ispirando altri a seguire il suo esempio.

Continua a leggere

Attualità

Milano: Sgomberi e Case Popolari, la Polemica: ‘Una presa in giro alla città’

La questione degli sgomberi delle baracche abusive a Milano, seguiti dall’assegnazione di case popolari agli occupanti, ha sollevato una forte polemica sulla coerenza delle politiche comunali. Secondo l’ex assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato, l’operazione di pulizia in via Passo Rolle nel Parco Lambro è un passo positivo per la sicurezza, ma solleva domande riguardo alla concessione di alloggi pubblici a chi ha commesso reati.

De Corato critica aspramente il Comune per ciò che definisce una contraddizione evidente: “Sgomberare le aree occupate da abusivi, talvolta criminali, solo per poi ricollocarli nelle case del Comune è una presa in giro per la città”. L’ex assessore richiama l’approccio rigoroso adottato dalle precedenti amministrazioni di centrodestra, che prevedevano lo sgombero senza concessioni ulteriori.

La decisione del Comune di assegnare alloggi pubblici agli sgomberati è vista dai cittadini come un segno di favore ingiustificato, specialmente considerando le lunghe liste di attesa delle famiglie bisognose per gli stessi alloggi. Questo approccio ha scatenato un’ondata di proteste da parte dei residenti, preoccupati per il messaggio di tolleranza verso l’abusivismo urbano.

La situazione evidenzia una divisione tra la giunta di sinistra e i cittadini milanesi, i quali esprimono crescente dissenso verso le politiche abitative adottate. La mancanza di una chiara spiegazione da parte del Comune alimenta ulteriormente la controversia, lasciando molte domande senza risposta sulle logiche dietro tali decisioni.

Questa polemica riflette una preoccupazione diffusa per la sicurezza e la gestione urbana, con richieste di maggiore trasparenza e responsabilità nelle politiche abitative della città di Milano.

Continua a leggere

Attualità

Hacker “Intelbroker”: dopo AMD prende di mira anche Apple

La scorsa settimana abbiamo riportato del furto di dati subito da AMD ad opera di IntelBroker, un noto criminale informatico. Quest’ultimo è riuscito ad estrarre file riservati dai server dell’azienda per venderli sul dark web. Nonostante AMD abbia rassicurato che il furto non avrà un impatto significativo sul suo business, ora l’attenzione si sposta su un nuovo episodio che coinvolge lo stesso hacker e Apple.

Secondo quanto riportato da The Cyber Express, IntelBroker ha affermato di aver ottenuto il codice sorgente di tre strumenti interni di Apple. Questi strumenti sono identificati come AppleConnect-SSO, Apple-HWE-Confluence-Advanced e AppleMacroPlugin, utilizzati rispettivamente per l’autenticazione all’interno della rete di Apple, la condivisione interna delle informazioni e per facilitare i processi interni dell’azienda.

IntelBroker ha pubblicato un post su BreachForums in cui menziona di aver ottenuto questi dati, anche se non è stato specificato se siano stati messi in vendita. Tuttavia, uno screenshot del forum condiviso da Hackmanac suggeriva tale possibilità. È importante notare che i forum del dark web tendono a validare i dati per evitare truffe, e IntelBroker ha acquisito una crescente reputazione per la credibilità delle sue affermazioni. Ciò nonostante, vi è sempre il rischio di dichiarazioni fraudolente in situazioni di questo tipo, pertanto è essenziale trattare la notizia con cautela.

Al momento, Apple non ha commentato ufficialmente la presunta violazione. Inoltre, agenzie di stampa di rilievo come Bloomberg e Reuters non hanno ancora riportato informazioni riguardo a questa presunta violazione. L’eventuale conferma della violazione da parte di Apple richiederebbe misure correttive immediate per risolvere le vulnerabilità e rafforzare le misure di sicurezza per prevenire ulteriori compromissioni.

Se la violazione fosse confermata, potrebbe esporre vulnerabilità significative e mettere a rischio le operazioni interne di Apple. Nonostante l’azienda sia nota per le sue robuste misure di sicurezza e la rigorosa riservatezza sui suoi progetti, ha già affrontato minacce informatiche in passato, secondo quanto riportato dai report.

Continueremo a monitorare la situazione per ulteriori sviluppi e aggiornamenti da fonti ufficiali.

Continua a leggere

DI TENDENZA

Copyright © 2023 ITALIA NEWS 24