Connect with us

Calabria

Reggio Calabria | Omicidio del ladro lasciato davanti all’ospedale, l’uomo fermato: “mi sono difeso”

 ‣ adn24 reggio calabria | omicidio del ladro lasciato davanti all'ospedale, l'uomo fermato: "mi sono difeso"

Francesco Putortì, 48 anni, è stato coinvolto in un incidente tragico che ha portato alla morte di Alfio Stancampiano, 30 anni, e al ferimento di un altro individuo di 46 anni, ora ricoverato a Messina.

Durante l’interrogatorio con la polizia, Putortì ha dichiarato di essere rientrato a casa e di aver visto due persone all’interno che lo hanno aggredito. Spaventato, ha preso un coltello per difendersi e durante la colluttazione che ne è seguita, ha ferito i due intrusi.

Inizialmente, Putortì non ha menzionato la lotta avuta con i ladri, ma successivamente ha confessato. Attualmente è detenuto in attesa di decisioni legali riguardo al suo caso, con l’accusa di omicidio volontario. Il suo avvocato ha sostenuto che l’accusa è eccessiva e assurda, affermando che potrebbe trattarsi al massimo di un eccesso colposo di legittima difesa. Gli investigatori stanno conducendo indagini nella sua casa per ricostruire l’incidente. La Procura ha emesso un fermo per omicidio volontario e tentato omicidio, soggetto a convalida. Un nuovo interrogatorio è stato fissato per il futuro prossimo.

Advertisement

LE PIU' LETTE

Riproduzione Riservata - Copyright © Gruppo ADN Italia srl - P.Iva 02265930798 - redazione@adn24.it