Connect with us

Cronaca

Macerata | Marito di Rosina Carsetti confessa di averla uccisa in casa: fu assolto

 ‣ adn24 macerata | marito di rosina carsetti confessa di averla uccisa in casa: fu assolto

Nel processo d’appello per la morte di Rosina Carsetti, avvenuta il 24 dicembre del 2020 a Montecassiano, provincia di Macerata, si è verificato un colpo di scena ad Ancona. Il marito della vittima, Enrico Orazi, 82 anni, precedentemente assolto in primo grado, ha confessato in aula di aver ucciso la moglie durante una lite. Questa inaspettata svolta è avvenuta durante la penultima udienza del processo davanti alla Corte d’Assise d’appello di Ancona, che si tiene al quinto piano del Palazzo di Giustizia. La sentenza è attesa per il prossimo 10 luglio, mentre le dichiarazioni di Orazi hanno modificato radicalmente lo scenario processuale.

Durante l’udienza di oggi, mercoledì 29 maggio, Orazi ha fornito una nuova versione dei fatti, confessando di aver strangolato la moglie la sera della vigilia di Natale del 2020 nella loro abitazione. In precedenza, erano stati sotto accusa la figlia di Rosina, Arianna Orazi, 52 anni, il marito Enrico e il nipote Enea Simonetti, 24 anni. Secondo l’accusa, la donna sarebbe stata vessata e uccisa a seguito di continue liti familiari, anche legate a questioni finanziarie. Nel dicembre 2022, Enea era stato condannato all’ergastolo per omicidio aggravato, mentre Arianna e Enrico erano stati assolti, anche dal reato di maltrattamenti, sebbene condannati per simulazione di rapina in casa dopo la morte della donna.

La confessione di Enrico Orazi è stata accolta con scetticismo dalla Procura generale di Ancona, che la ritiene tardiva rispetto alla versione sostenuta dagli inquirenti durante il processo. Nell’aula del tribunale erano presenti gli imputati, tra cui il procuratore generale Roberto Rossi, che formerà le richieste di condanna.

Advertisement

LE PIU' LETTE

Riproduzione Riservata - Copyright © Gruppo ADN Italia srl - P.Iva 02265930798 - redazione@adn24.it