Connect with us

Cronaca

Bari | Ucciso il nipote del boss Capriati con 4 proiettili, tre alla testa 

 ‣ adn24 bari | ucciso il nipote del boss capriati con 4 proiettili, tre alla testa

Raffaele ‘Lello’ Capriati, 39 anni, nipote di Tonino Capriati, storico boss del clan mafioso omonimo di Bari Vecchia, è stato colpito da quattro colpi di pistola, tre alla testa e uno alla spalla. Gli spari, quasi certamente provenienti da un unico revolver, sono stati sparati da un killer probabilmente a bordo di una moto. L’agguato, avvenuto nel rione Torre a Mare di Bari, presenta chiari segni di matrice mafiosa.

La squadra mobile della Questura di Bari, sotto il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia, sta conducendo le indagini sul delitto. Sono state eseguite perquisizioni e interrogati alcuni parenti della vittima nell’ambito delle indagini.

Lello Capriati, figlio di Sabino, era stato rilasciato alla fine di agosto 2022, accolto a Bari Vecchia da festeggiamenti, fuochi d’artificio e condivisioni sui social media. Era stato condannato a 17 anni di reclusione per il coinvolgimento nell’omicidio del sedicenne Michele Fazio, avvenuto per errore durante una faida tra clan rivali il 12 luglio 2001, nel cuore di Bari Vecchia.

Secondo l’accusa, il colpevole dell’omicidio di Michele Fazio fu Leonardo Ungredda (ucciso in un agguato nel 2003). In passato, per questo delitto, sono stati condannati Raffaele ‘Lello’ Capriati (ucciso ieri sera) e Francesco Annoscia a 17 e 15 anni e 8 mesi di reclusione, rispettivamente, insieme a un minore coinvolto nel commando.

Riproduzione Riservata - Copyright © 2023 ADN24.it - Redazione@adn24.it - P.Iva 08951340960