Connect with us

Campania

Castellammare di Stabia (NA) | Chiamano i carabinieri per tentato suicidio ma attaccato al cornicione c’era un ladro

 ‣ adn24 castellammare di stabia (na) | chiamano i carabinieri per tentato suicidio ma attaccato al cornicione c'era un ladro

Ieri sera a Castellammare di Stabia (Napoli), una situazione apparentemente tragica si è rivelata essere un tentativo di fuga criminale.

La centrale operativa dei carabinieri è stata allertata per un presunto tentato suicidio, con segnalazioni di un uomo sul cornicione di un appartamento al terzo piano di via San Catello. Quando le forze dell’ordine sono arrivate sul posto, hanno trovato una scena caotica: urla di disperazione e di rabbia provenienti dal vicinato. Sull’orlo del cornicione, aggrappato con tutte le sue forze, c’era un uomo di circa quarant’anni. Intanto, dalle finestre e dalla strada circostante, la gente chiedeva a gran voce ai carabinieri di arrestarlo. I vigili del fuoco sono stati chiamati mentre i militari cercavano di capire cosa stesse succedendo.

Si è scoperto che non si trattava di un tentativo di suicidio, ma di un tentato furto. L’uomo aggrappato al cornicione era Armando Cimmino, 36enne di Casola di Napoli, già noto alle forze dell’ordine. Poco prima, aveva fatto irruzione nell’appartamento di un pensionato settantenne, mettendo a soqquadro la casa alla ricerca di oggetti di valore. Sorpreso dai vicini, Cimmino aveva cercato di fuggire attraverso la finestra, ma l’altezza lo aveva bloccato.

Il proprietario dell’appartamento, che al momento si trovava a Sorrento, è tornato e insieme ai carabinieri ha esaminato l’interno della casa. La camera da letto da cui l’uomo era fuggito era chiusa a chiave dall’interno. I vigili del fuoco sono intervenuti per salvare l’uomo aggrappato al cornicione, mentre i carabinieri lo hanno arrestato sul posto.

Armando Cimmino è attualmente in attesa di giudizio e deve rispondere dell’accusa di tentato furto.

LE PIU' LETTE

Riproduzione Riservata - Copyright © Gruppo ADN Italia srl - P.Iva 02265930798 - redazione@adn24.it