Connect with us

Calabria

Autonomia differenziata | Schifani: “Non condivido la preoccupazione di Occhiuto”

 ‣ adn24 autonomia differenziata | schifani: "non condivido la preoccupazione di occhiuto"

«Sono dispiaciuto, penso che il centrodestra rischi un boomerang elettorale non solo al Sud ma anche al Nord. Da governatore farò di tutto per difendere la mia terra e i miei cittadini», ha dichiarato il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, commentando il via libera all’Autonomia differenziata. «Questa legge è stata approvata senza un adeguato dibattito, e temo che la nostra coalizione non riuscirà a compensare le preoccupazioni degli elettori del Sud con qualche voto in più, forse, al Nord», ha aggiunto Occhiuto. «La legge doveva essere costruita come un treno con tre vagoni: l’Autonomia, la garanzia del finanziamento dei Lep su tutto il territorio nazionale, e la perequazione. Invece, hanno riempito solo un vagone, e non va bene», ha sottolineato il governatore. Occhiuto ha criticato il fatto che «la legge sia stata votata di notte e in fretta per dare un contentino a una forza politica di maggioranza».

Il presidente della Regione Sicilia, Renato Schifani, ha risposto: «Non sono preoccupato. Non condivido tutta questa preoccupazione del presidente Occhiuto, anche perché si discute da tempo di questo tema all’interno del partito. Lui stesso si è vantato in passato del fatto che FI avesse apportato modifiche positive al testo iniziale di Calderoli. Vorrei ricordare che stiamo parlando dell’applicazione di un articolo della Costituzione introdotto nel gennaio del 2001 dal centrosinistra con soli tre voti di vantaggio in Senato. Se la sinistra si è pentita, ne prendiamo atto».

Schifani ha continuato: «L’autonomia differenziata non spacca nulla. Sono stati introdotti dei paletti correttivi, grazie anche a FI, che pongono un freno intelligente all’attuazione di questo regionalismo. Spiegheremo bene come andranno le cose. Il Mezzogiorno deve smettere di colpevolizzarsi. Governo la Sicilia da quasi due anni e ho trovato 1 miliardo e 400 milioni del fondo sociale europeo non spesi perché la macchina amministrativa non è riuscita a farlo».

LE PIU' LETTE

Riproduzione Riservata - Copyright © Gruppo ADN Italia srl - P.Iva 02265930798 - redazione@adn24.it