Connect with us

Cronaca

Modena | Figli contesi: sarebbe questo il movente del femminicidio di Anna Sviridenko

 ‣ adn24 modena | figli contesi: sarebbe questo il movente del femminicidio di anna sviridenko

Nel cuore di Modena, il tragico delitto di Anna Sviridenko, una donna di 40 anni, ha sconvolto la comunità locale. L’ex marito, Andrea Paltrinieri, 48 anni, è stato arrestato dopo aver condotto il cadavere della donna, una dottoressa specializzata in medicina nucleare, presso la caserma dei carabinieri. La vittima aveva ottenuto da poco la custodia dei suoi due figli, di 2 e 3 anni, da parte di un tribunale austriaco.

L’omicidio sarebbe avvenuto mentre la donna si trovava a Modena per portare i bambini in Austria, dove aveva raggiunto importanti traguardi professionali. Paltrinieri, ingegnere disoccupato, avrebbe strangolato la sua ex moglie con una cintura e poi l’avrebbe caricata sul furgone, presentandosi successivamente ai carabinieri confessando il delitto.

L’accusa nei confronti di Paltrinieri è di omicidio aggravato, mentre gli inquirenti stanno ancora indagando sulle dinamiche esatte del delitto. Questo terribile evento è solo l’ultimo di una lunga serie di femminicidi nel 2024, che continua a scuotere il Paese.

Anna Sviridenko, di origine austriaca, lavorava sia in Italia che in Austria, mantenendo un delicato equilibrio tra la sua carriera e la gestione dei due figli. Dopo la separazione, Paltrinieri era tornato a Modena, mentre Anna rimase in Austria. Le tensioni nella loro relazione erano sempre state presenti, complicando ulteriormente la situazione, soprattutto per quanto riguardava i figli.

Il rettore dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Carlo Adolfo Porro, ha espresso profondo cordoglio per la tragedia, sottolineando la necessità di combattere il femminicidio con fermezza.

La comunità di San Felice sul Panaro, dove Anna risiedeva, è stata scossa dal tragico evento. Il sindaco ha annunciato che le bandiere saranno esposte a mezz’asta per due giorni in segno di lutto. La morte di Anna ha generato dolore e sgomento in tutta la città, evidenziando l’urgente necessità di affrontare il problema della violenza domestica e del femminicidio con azioni concrete di prevenzione.

LE PIU' LETTE

Riproduzione Riservata - Copyright © Gruppo ADN Italia srl - P.Iva 02265930798 - redazione@adn24.it