Connect with us

Liguria

Genova | Arresto Toti, i giudici si sono riservati di decidere per la revoca dei domiciliari

 ‣ adn24 genova | arresto toti, i giudici si sono riservati di decidere per la revoca dei domiciliari

È durata un’ora e mezza l’udienza davanti al Riesame per discutere l’appello per la revoca degli arresti domiciliari a cui è sottoposto, dal 7 maggio, il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti.Il governatore non era presente. 

I giudici si sono riservati e la decisione arriverà in un paio di giorni. “Ho ribadito le richieste di questa difesa – ha spiegato l’avvocato Stefano Savi – perché per noi non sussistono più i requisiti di questa misura o, quanto meno, lo sono adesso in forma attenuata. La procura ha insistito nella sua posizione e cioè che il governatore deve rimanere ai domiciliari”.   

Il legale ha chiesto in via principale la revoca della misura e in via subordinata l’obbligo di dimora ad Ameglia o il divieto di dimora a Genova. “In caso di attenuazione – ha continuato il legale – scatterebbe comunque la sospensione in base alle legge Severino. Ma alla procura non va bene, hanno sostenuto che non cambia niente per quanto riguarda il rischio di inquinamento probatorio o della reiterazione del reato”. I pm Federico Manotti e Luca Monteverde, presenti in aula, hanno spiegato di avere ancora bisogno di tempo per individuare altri testimoni da sentire e quindi per questo Toti non può essere lasciato libero perché, a loro avviso, potrebbe ancora influenzare i funzionari e dipendenti della Regione.

“Secondo noi – ha concluso Savi – il tempo per sentire i testimoni c’è stato e ci vuole qualcosa di concreto per mantenere la misura coercitiva. Non si può solo immaginare che in futuro ci possano essere ancora comportamenti non corretti. Anche perché il comportamento del presidente è sempre stato esemplare”.

LE PIU' LETTE

Riproduzione Riservata - Copyright © Gruppo ADN Italia srl - P.Iva 02265930798 - redazione@adn24.it