Connect with us

Attualità

Acri (CS) | Quattro scosse di terremoto avvertite anche a Cosenza e Corigliano

 ‣ adn24 acri (cs) | quattro scosse di terremoto avvertite anche a cosenza e corigliano

La Calabria, interamente compresa tra le fragili ossa nelle viscere della terra, non smette mai di scuotersi. I suoi tremori emergono in superficie, a volte in modo minaccioso, altre volte rimanendo confinati in statistiche che sembrano insignificanti.

Questi movimenti piegano le faglie su cui poggia l’intero Meridione, con scosse sia in mare che sulla terraferma, in pianura e in montagna. L’ultima scossa, in ordine di tempo, si è verificata alle 23:35, localizzata tra Acri e Longobucco, alle porte del Parco Nazionale della Sila. Un assestamento di magnitudo 1.2, l’ultimo di una breve sequenza iniziata con il terremoto delle 22:00, a 12,3 chilometri di profondità, con una magnitudo di 3.0 della scala Richter. Questo sussulto è stato avvertito fino ai piani alti dei palazzi di Cosenza, con segnalazioni anche da Rende, Luzzi, Spezzano della Sila, Casali del Manco, Castiglione Cosentino e Corigliano Rossano. Successivamente, ci sono state altre due scosse, entrambe di magnitudo 2.1: la prima alle 22:01 e la seconda alle 22:26. Una crisi sismica in una zona particolarmente esposta al rischio.

Proprio nell’edizione di ieri della Gazzetta, il rettore emerito dell’Unical, Gino Mirocle Crisci, ha lanciato un appello affinché gli amministratori locali attuino al più presto i piani di Protezione Civile, poiché il terremoto è un movimento costante nelle viscere del Cosentino. I tremori sono parte integrante di un territorio con un elevato rischio sismico, dove le fratture nel sottosuolo seguono schemi complessi. Nella stessa area, a non più di 5 chilometri di distanza, il 5 giugno 2021, alle 12:50, è stato registrato un terremoto di magnitudo 3.5. Nello stesso distretto, il 29 novembre 2018, si è verificato un altro sisma di magnitudo 3.4 a Luzzi. Il 25 marzo 2014, invece, a 15 chilometri di distanza, si è registrato un terremoto di magnitudo 3.6 nell’area di San Giovanni in Fiore.

LE PIU' LETTE

Riproduzione Riservata - Copyright © Gruppo ADN Italia srl - P.Iva 02265930798 - redazione@adn24.it