Connect with us

Calabria

Catanzaro Lido | Accusati in 3 per tentata estorsione al porto, giudicati con rito abbreviato

 ‣ adn24 catanzaro lido | accusati in 3 per tentata estorsione al porto, giudicati con rito abbreviato

I tre uomini accusati della tentata estorsione al porto di Catanzaro Lido saranno giudicati con il rito abbreviato. La Procura ha richiesto il giudizio immediato per Antonio Carvelli, 76 anni, di Isola Capo Rizzuto, Luigi Foschini, 73 anni, di Crotone, e Luigi Mendicino, 48 anni, di Crotone.

L’accusa contestata ai tre uomini è quella di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso, considerando l’appartenenza di Foschini alla cosca Barilari Foschini, già condannata per associazione mafiosa e considerata una costola della cosca Vrenna Corigliano Bonaventura. I tre compariranno davanti al giudice per l’udienza preliminare di Catanzaro, assistiti dagli avvocati difensori Pasquale Le Pera, Giacomo Iemma e Fabrizio Salvati.

L’operazione degli inquirenti è stata resa possibile grazie al coraggio dell’imprenditore, che si è subito rivolto agli inquirenti dopo essere stato avvicinato.

L’imprenditore crotonese ha ottenuto dal Comune di Catanzaro una concessione demaniale marittima per l’installazione e la gestione di alcuni pontili galleggianti nel porto di Catanzaro Lido dal gennaio dell’anno scorso. Ad agosto, l’imprenditore ha chiesto e ottenuto di poter parlare con gli investigatori della Mobile. Ha raccontato loro che qualche giorno prima Carvelli si era presentato chiedendo un posto di lavoro per una persona, e di fronte al rifiuto dell’imprenditore, gli aveva intimato di incontrare alcune persone, senza specificare chi. L’imprenditore ha risposto che al momento non poteva assumere personale non specializzato. Tuttavia, l’uomo ha insistito chiedendo di incontrare due soggetti di persona. Successivamente è stato fissato un appuntamento per il 12 agosto.

Carvelli è tornato in compagnia di Mendicino e Foschini, questa volta esplicitando che l’imprenditore avrebbe dovuto versare loro del denaro, poiché “gli amici di Catanzaro volevano la loro parte” nell’appalto dei pontili.

LE PIU' LETTE

Riproduzione Riservata - Copyright © Gruppo ADN Italia srl - P.Iva 02265930798 - redazione@adn24.it