Connect with us

Liguria

Genova | Detenuto tenta di impiccarsi in cella, lo salvano gli agenti della penitenziaria

Ha tentato di impiccarsi in cella, ma il pronto intervento dei poliziotti intervenuti è stato determinante per salvarlo. Protagonista un detenuto straniero ristretto a MARASSI, come riferisce Vincenzo Tristaino, segretario nazionale per la Liguria del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria. “Nel turno di notte, i poliziotti penitenziari hanno scorto il detenuto che aveva al collo un lenzuolo tagliato ed era quasi morto: solamente grazie al pronto intervento della sorveglianza generale e del poco personale in servizio si è riusciti a salvargli la vita”. Il sindacalista del SAPPE esprime “un vivo appezzamento al prezioso operato degli agenti della Casa Circondariale di Marassi, grazie ai quali è stata impedita una nuova tragica morte in carcere. Ma torniamo a denunciare ancora una volta la mancanza di operatori sanitari, psicologici e psichiatrici e ribadiamo la necessità di concorsi regionali e assunzioni di personale sanitario da destinare alle carceri liguri”. Il primo Sindacato del Corpo evidenzia che, dall’inizio dell’anno, sono stati 7 i detenuti che si sono tolti la vita nel distretto Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta dall’inizio dell’anno, mentre sono 45 i suicidi di detenuti su scala nazionale.

Per il segretario generale del SAPPE, Donato Capece, “questa è la Polizia Penitenziaria, pronta ad agire con gli altri operatori e con gli stessi detenuti per tutelare la vita dei ristretti. Il dato oggettivo è che la scelta di togliersi la vita è sicuramente originata da uno stato psicologico di disagio. È un dato oggettivo che chi è finito nelle maglie della devianza spesse volte è portatore di problematiche personali sociali e familiari”, conclude il sindacalista, che rileva infine come “l’ennesimo tentato suicidio di una persona detenuta, sventato in tempo dalla professionalità ed attenzione dei poliziotti, dimostra come i problemi sociali e umani permangono, eccome, nei penitenziari. E si consideri che negli ultimi 20 anni le donne e gli uomini della Polizia Penitenziaria hanno sventato, nelle carceri del Paese, più di 23mila tentati suicidi ed impedito che quasi 175mila atti di autolesionismo potessero avere nefaste conseguenze”. 

Liguria

Genova | Isabella Lanzone è il nuovo direttore amministrativo dell’Istituto Giannina Gaslini

L’avvocato Isabella Lanzone è stata nominata direttore amministrativo dell’IRCCS Istituto Giannina Gaslini. La nomina, votata all’unanimità, è stata ufficializzata ieri nel corso del Cda presieduto dal dottor Edoardo Garrone.
La genovese Isabella Lanzone, classe 1974, attualmente Dirigente dell’Unità Organizzativa Sistemi Informativi di Regione Liguria, è stata Direttore Amministrativo del Presidio Ospedaliero Unico presso ASL 3 Genovese dal 2015 al 2019. Nel corso degli anni ha svolto numerosi incarichi nell’ambito dell’SSN: nel biennio 2011-2012 è stata Direttore della Struttura Complessa Gestione risorse umane presso l’Azienda Socio Sanitaria n. 4 Medio-friuli (FVG), presso l’Azienda USL n. 3 Genovese è stata Direttore Struttura Complessa Organizzazione e sviluppo Relazioni Sindacali (2009-2010) e Direttore del Dipartimento degli Staff della Direzione Generale (2010-2011). 
Ha ricoperto inoltre il ruolo di Direttore dell’Amministrazione del Personale presso l’Azienda ULSS 14 di Chioggia – Venezia (2005) e presso l’Azienda dei Servizi Sanitari n. 2 “Isontina” (FVG) (2005 – 2007), oltre che di Direttore di Sviluppo organizzativo, gestione e valutazione delle risorse umane presso la USL n. 8 di Cagliari dal 2007 al 2009. 
Dal 2012 al 2017 è stata assessore al Personale e Informatica presso il Comune di Genova. Dal 2021 è anche componente del Collegio Sindacale dell’Istituto Giannina Gaslini.
La dottoressa Isabella Lanzone prenderà servizio a partire dal 1 novembre 2024, per tre anni.
Il dottor Giuseppe Pintor andrà a ricoprire il ruolo di direttore dell’Azienda regionale della Salute (ARES) della Sardegna. Al dottor Pintor il Cda dell’Istituto ha ritenuto di esprimere il proprio ringraziamento per il grande lavoro svolto in questo anno e mezzo di direzione amministrativa.

Continua a leggere

Liguria

Genova | Da una fuga in moto i carabinieri scoprono e arrestano un corriere della droga

In sella a una moto rubata, senza casco, non si ferma all’alt dei carabinieri e scappa.

E quando, dopo un lungo inseguimento, i militari lo fermano, gli trovano anche oltre un chilo di hashish nello zaino.

L’uomo, italiano di 25 anni, è stato arrestato. E’ successo la scorsa notte in corso Carbonara, a Castelletto. I carabinieri sono riusciti a fermarlo mentre cercava di salire su un treno dopo avere abbandonato lo scooter. La droga era suddivisa in 20 involucri. Nello zaino aveva anche un coltello a serramanico e un tirapugni.

Continua a leggere

Liguria

Genova | Nasconde oltre 12 kg di hashish sotto il letto, arrestato

Un genovese di 25 anni è stato arrestato dai Carabinieri di Genova Marassi per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio: nella sua abitazione sono stati trovati 12 chili e mezzo di hashish. I carabinieri hanno acquisito la notizia del possibile arrivo nella zona di San Sebastiano – Volpara di un grosso quantitativo di sostanza stupefacente destinata allo spaccio cittadino e dopo aver sviluppato l’attività investigativa del caso e acquisito elementi di riscontro, sono risaliti al presunto detentore dello stupefacente, eseguendo una perquisizione nella sua abitazione.

Nel corso della perquisizione è stato trovato un borsone nascosto sotto il letto contenente hashish per un peso complessivo pari a 12,5 chilogrammi.

La sostanza era suddivisa in panetti sigillati con il cellophane, ognuno con un adesivo riportante la figura di un uomo incappucciato.

Continua a leggere

DI TENDENZA

Copyright © 2023 ITALIA NEWS 24