Connect with us

Cronaca

Foggia | Droga nella frutta e nelle sigarette elettroniche, 16 arresti

Sedici persone sono state arrestate nel Foggiano con l’accusa di detenzione illecita e spaccio di sostanze stupefacenti in concorso. Quindici sono state portate in carcere e una è stata posta ai domiciliari. Il traffico riguardava cocaina, hascisc e marijuana nell’area nord del Gargano, principalmente nei comuni di Vico del Gargano e Rodi Garganico.

I carabinieri hanno eseguito gli arresti in seguito a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Foggia su richiesta della procura. Le indagini, condotte dalla compagnia di Vico del Gargano, hanno avuto luogo da luglio 2023 a gennaio 2024.

Secondo quanto emerso, le sostanze stupefacenti provenivano da fornitori di Rodi Garganico, San Severo, San Nicandro Garganico, Foggia e Cerignola, e venivano vendute al dettaglio anche tramite consegne dirette agli acquirenti su ordinazione. A Vico del Gargano, uno degli indagati avrebbe venduto la droga nel suo negozio di prodotti ortofrutticoli, talvolta mescolandola alla frutta.

La droga veniva nascosta in diversi modi: in barattoli interrati, in un cilindro metallico vicino a un garage dove veniva confezionata, oppure all’interno di sigarette elettroniche utilizzate per il trasporto.

Durante le indagini, sono stati effettuati anche sei arresti in flagranza e quattro denunce per detenzione di sostanze stupefacenti con l’intento di vendita. Inoltre, sette consumatori sono stati segnalati alla prefettura di Foggia, e complessivamente sono stati sequestrati circa due chilogrammi di cocaina, hascisc e marijuana.

Cronaca

Spoleto | Incendio devasta 40 ettari di collina: due denunciati per il rogo

Un vasto incendio ha distrutto un’area di circa 40 ettari nella zona collinare di Spoleto. Le fiamme, che si sono propagate lungo la strada provinciale 459 e hanno raggiunto le frazioni di Silvignano e Poreta, sono state causate presumibilmente da due persone denunciate per la loro responsabilità nell’evento.

Secondo le ricostruzioni, i due presunti responsabili erano impegnati in lavori di trebbiatura di un campo di farro. Dalla macchina operatrice, si ipotizza, potrebbero essere partite delle scintille che hanno innescato l’incendio su campi incolti e oliveti, estendendosi fino a interessare un’area boschiva. I Forestali hanno sequestrato la macchina operatrice coinvolta.

Oggi a mezzogiorno, il comando regionale dei carabinieri forestali ha comunicato che l’incendio è ancora attivo. Le operazioni di spegnimento coinvolgono numerosi uomini a terra e mezzi aerei, tra cui un canadair che preleva acqua dal lago di Piediluco e un elicottero Erickson che attinge da un laghetto di irrigazione situato a 1 chilometro dall’area interessata.

Una volta spento il fuoco, seguiranno indagini più approfondite per chiarire le cause dell’incendio e perimetrare con precisione l’area colpita, fornendo ulteriori dettagli sulla superficie devastata.

Continua a leggere

Cronaca

Milano | Operaio di 54 Anni Caduto da Diversi Metri: ferito gravemente

Un grave incidente sul lavoro è avvenuto questa mattina, venerdì 19 luglio, in via Brennero, all’angolo con via XX Settembre a Milano. La vittima è un operaio di 54 anni di origini albanesi che stava lavorando alla ristrutturazione di un edificio vicino al Castello Sforzesco.

L’operaio è precipitato per diversi metri all’interno di un vano scale mentre stava eseguendo lavori di ristrutturazione. La caduta ha causato gravi ferite alle gambe.

I soccorritori del 118 sono intervenuti rapidamente con un’ambulanza e un’auto medica. L’operaio è stato trasportato in codice giallo al Policlinico di Milano per ricevere le cure necessarie.

I vigili del fuoco di via Sardegna sono giunti sul luogo dell’incidente per prestare assistenza. Hanno messo in sicurezza l’area e collaborato con i soccorritori per facilitare il recupero e il trasporto della vittima.

Continua a leggere

Cronaca

Disposta l’autopsia per chiarire la morte di madre e figlio trovati nel lago di Garda

È stata disposta l’autopsia sui corpi di Hanna Shabratska, 52 anni, e di suo figlio Alex Oleksiy, 19 anni, entrambi di origini ucraine e residenti a Vallarsa da due anni. I due sono stati trovati privi di vita nelle acque del Lago di Garda, a Riva del Garda.

I sommozzatori hanno rinvenuto i corpi sul fondale del lago, a circa 18 metri di profondità e a breve distanza l’uno dall’altro. Le indagini sono condotte dai carabinieri di Riva del Garda, con la procura di Rovereto che sarà informata sui risultati dell’autopsia.

La tragedia ha avuto inizio con l’allerta lanciato dal compagno di Hanna, che non li aveva visti tornare. Le ricerche, condotte da vigili del fuoco, carabinieri e guardia costiera, hanno portato al ritrovamento dei corpi e al triste epilogo di una giornata che, inizialmente, avrebbe dovuto essere una piacevole uscita sul lago per madre e figlio.

Continua a leggere

DI TENDENZA

Copyright © 2023 ITALIA NEWS 24