Connect with us

Attualità

Lamezia Terme (CZ) | Responsabile Tribunale del malato scrive al Primario del Reparto Medicina dell’ospedale per chiarimenti su gestione visite ai pazienti


In qualità di responsabile del Tribunale del malato, Fiore Isabella ha inviato una lettera al Primario del Reparto di Medicina dell’Ospedale “Giovanni Paolo II” per chiedere chiarimenti sulla gestione delle visite ai pazienti del reparto. Isabella ha ricevuto diverse segnalazioni orali da parte dei familiari di pazienti anziani e particolarmente fragili, non autonomi, ricoverati nel reparto. Questi familiari lamentano che viene loro negata la possibilità di visitare i propri cari, anche per il tempo necessario a mantenere un legame familiare e relazionale essenziale. Isabella sottolinea che questa mancanza di visite può seriamente compromettere il percorso di recupero clinico dei pazienti.

Nella lettera, Isabella chiede spiegazioni sulle ragioni che motivano le restrizioni attuali, specialmente in questa fase post pandemica. Oltre alla necessità di mantenere un flusso limitato e protetto di visitatori nei reparti di degenza, si chiede perché non venga presa in considerazione l’opzione di consentire la presenza di un familiare per i pazienti non autonomi, garantendo tutte le misure di protezione necessarie. Questo sarebbe un modo per assicurare il diritto del paziente a mantenere un contatto significativo con i propri cari durante la degenza.

Attualità

ANRP “Dal Parlamento sì a giornata per memoria internati militari”

ROMA (ITALPRESS) – “Il Parlamento italiano si propone di onorare gli Internati Militari Italiani con l’istituzione di una Giornata a loro dedicata, il 20 settembre di ogni anno. L’ANRP sostiene da sempre la necessità di istituire una Giornata dedicata alla celebrazione, alla riflessione e alla memoria degli Internati Militari Italiani. Per questo ha appoggiato con convinzione la proposta di legge presentata dal Vicepresidente della Camera, onorevole Giorgio Mulè, e plaude all’unanime approvazione della proposta da parte della Commissione Difesa della Camera, che ha visto convergere tutti i gruppi parlamentari”. Lo afferma in una nota l’Associazione nazionale reduci dalla prigionia
dall’internamento, dalla guerra di liberazione e loro familiari.
“L’unanimità politica di oggi riflette come in uno specchio l’unanime rifiuto di massa di circa 650mila militari italiani i quali, dopo la cattura e la deportazione nei lager del Terzo Reich da parte dei nazisti, scelsero la prigionia invece di un ritorno a casa, condizionato però dall’obbligo di combattere con l’esercito tedesco o con il costituendo esercito della Repubblica Sociale Italiana, come Mussolini e Graziani auspicavano – prosegue l’ANRP -. La loro “Resistenza senz’armi” ha già avuto, dopo decenni di rimozione e di oblio, un primo riconoscimento con la fondamentale legge 211 del 2000, che ha istituito il Giorno della Memoria il 27 gennaio, in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti. Ma la sovrapposizione di esperienze così diverse tra loro ha finito col mettere ai margini e appiattire in forme di generico vittimismo la scelta degli IMI, offuscando il loro consapevole sacrificio e di conseguenza quello delle milioni di famiglie italiane che ne condivisero la sorte”.
“L’ANRP si è sempre battuta per unificare la memoria degli Internati Militari Italiani, custodita nel Museo “Vite di IMI” di via Labicana a Roma, con la storia di tutti i prigionieri della Seconda guerra mondiale, non solo militari, ma anche civili, rastrellati e costretti al lavoro coatto da Hitler con la complicità della Rsi. La proposta di legge dell’On. Mulè va nella medesima direzione, condividendo questa comunione delle memorie nella “Giornata degli internati italiani nei campi di concentramento tedeschi” – conclude la nota -. L’ANRP auspica che si possa giungere a una rapida e unanime approvazione della Legge nei due rami del Parlamento, come espresso dal nostro Presidente anziano e anima dell’Associazione, Michele Montagano (103 anni ad ottobre), uno dei pochi protagonisti diretti e reduci dall’Internamento ancora in vita, che ha manifestato il vivo desiderio di poter celebrare di persona la Giornata degli Internati, in un abbraccio ideale con tutti i loro discendenti, il 20 settembre 2024″.

– Foto Agenzia Fotogramma –

(ITALPRESS).

Continua a leggere

Attualità

Meloni “No a von der Leyen non comprometterà nostra collaborazione”

“Fratelli d’Italia ha deciso di non votare per la riconferma di Ursula von der Leyen alla presidenza della Commissione europea. Siamo rimasti coerenti con la posizione espressa nel Consiglio europeo di non condivisione del metodo e del merito”. Così la presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, in un video a margine del vertice della Comunità politica europea. “Questo, ovviamente, non comprometterà la collaborazione che il governo italiano e la Commissione europea hanno già dimostrato di saper portare avanti su molte materie, come ad esempio la materia della migrazione. Voglio approfittare per fare gli auguri di buon lavoro comunque a Ursula von der Leyen”, aggiunge il premier.
“In ultimo, non ho ragione di ritenere che la nostra scelta possa in alcun modo compromettere il ruolo che verrà riconosciuto all’Italia nella Commissione europea. L’Italia è un Paese fondatore, la seconda manifattura, la terza economia d’Europa, con uno dei governi più solidi tra le grandi democrazie europee. E’ sulla base di questo, e solo di questo, che si definisce il peso italiano”, conclude Meloni.
(ITALPRESS).
– Foto: frame video Palazzo Chigi –

Continua a leggere

Attualità

Addio a Hassani Shapi: Lutto nel Cinema Italiano

Hassani Shapi, l’attore keniano noto per i suoi ruoli in diverse commedie italiane, è morto all’età di 51 anni. La triste notizia è stata annunciata da Edoardo Leo, suo collega e amico, che ha condiviso la perdita su Instagram. Shapi sarebbe deceduto diversi giorni fa nel suo paese natale, il Kenya.

Nato a Mombasa nel 1973, Hassani Shapi ha avuto una carriera internazionale che lo ha portato a lavorare negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Italia, sia nel cinema che nel teatro e nella televisione. In Italia, è stato apprezzato per le sue interpretazioni in film come “Il nostro matrimonio è in crisi”, “Lezioni di cioccolato”, “Oggi sposi”, e serie TV come “Intelligence – Servizi & segreti” e “L’ispettore Coliandro”. Ha anche recitato in “Star Wars: La minaccia fantasma”.

Il suo ruolo più recente è stato accanto a Edoardo Leo nella serie “Il clandestino”. Edoardo Leo ha descritto Shapi come un uomo adorabile, gentile e discreto, con un sorriso contagioso, sottolineando che senza di lui la serie non sarebbe stata la stessa.

Continua a leggere

DI TENDENZA

Copyright © 2023 ITALIA NEWS 24