Connect with us

Calabria

Catanzaro | Estorsione al Bar Cremino: condannati i colpevoli

Quarantacinque anni di pena complessiva sono stati inflitti a quattro individui ritenuti responsabili di estorsione ai danni dei proprietari del Bar Cremino. Questa sentenza rappresenta un passo avanti verso la giustizia, ma nel frattempo l’imprenditore è stato costretto a chiudere la sua attività.

I carabinieri hanno arrestato e portato davanti alla giustizia Cosimo Berlingere, Tonino Bevilacqua, Antonio Pio Berlingieri e Domenico Amato, accusati di aver costrinto i proprietari del Bar Cremino a chiudere il locale di notte a causa delle continue vessazioni. Questo trattamento coercitivo ha portato alla chiusura definitiva di un’attività storica, sia per i problemi economici derivanti dalla crisi, sia per le vessazioni della piccola criminalità, organizzata in modo significativo nella zona di Catanzaro.

Le condanne emesse dal giudice sono le seguenti: tredici anni e sei mesi per Cosimo Berlingeri, tredici anni e quattro mesi per Tonino Bevilacqua, nove anni per Antonio Pio Berlingieri e dieci anni e un mese per Domenico Amato.

Sebbene la sentenza possa portare un senso di giustizia, resta l’amarezza per aver dovuto raggiungere questo punto, con un imprenditore costretto a cedere di fronte alle pressioni. Tuttavia, emerge un messaggio positivo da questa vicenda: denunciare è un passo utile e necessario. Avere fiducia nelle forze dell’ordine rappresenta la chiave per liberarsi da queste situazioni.

È importante costruire un percorso di legalità condiviso e rapido, che superi i tempi della giustizia formale, troppo spesso lenti rispetto alle esigenze di chi vuole vivere e lavorare nel rispetto delle leggi.

Continua a leggere

LE PIU' LETTE

Riproduzione Riservata - Copyright © Gruppo ADN Italia srl - P.Iva 02265930798 - redazione@adn24.it