Connect with us

Calabria

Reggio Calabria | Putortì resta in carcere, riesame rigetta la richiesta

 ‣ adn24 reggio calabria | putortì resta in carcere, riesame rigetta la richiesta

Uno dei due ladri è deceduto a causa delle ferite subite, mentre l’altro è stato ricoverato in ospedale a Messina per ricevere cure mediche. Gli altri due presunti complici sono riusciti a fuggire mentre erano in attesa all’esterno della casa.

Il tribunale del riesame di Reggio Calabria ha respinto la richiesta di scarcerazione avanzata dai loro difensori, gli avvocati Giulia Dieni e Maurizio Condipodero del Foro di Reggio Calabria.

Questa decisione ha confermato l’ordinanza del Gip, Giovanna Sergi, che aveva disposto la custodia cautelare motivata dal pericolo di fuga, il rischio di inquinamento delle prove, il pericolo di commettere nuovi reati e i gravi indizi di colpevolezza.

Anche la tesi accusatoria del Pubblico Ministero Nunzio De Salvo è stata accolta dai giudici del riesame. Attualmente si attendono le motivazioni ufficiali del tribunale riguardo al rigetto della richiesta di scarcerazione. Nel frattempo, le indagini condotte dalla polizia e dai carabinieri proseguono per far luce su tutti gli aspetti oscuri di questa tragica vicenda.

LE PIU' LETTE

Riproduzione Riservata - Copyright © Gruppo ADN Italia srl - P.Iva 02265930798 - redazione@adn24.it